dieta prima di natale

Prodotti promo

Promo

Pacchetti Integrati Forma e Benessere

Pacchetto Remise en Forme 4 settimane prima del Natale

280,00 199,00
Promo

Pacchetti Integrati Forma e Benessere


Pacchetto Integratori Dimagrimento

73,00 62,00
Promo

Pacchetti Integrati Forma e Benessere

Pacchetto Integratori Healthy Style

66,50 56,50
Promo

Pacchetti Integrati Forma e Benessere

Pacchetto Integratori Gym Kit

79,40 67,50

Instagram Official

Segui Sabia System sui canali social ufficiali, per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.

#Repost @elenasarfatidietista with @get_repost
・・・
Frittura si✔️o frittura no🚫?
Frittura si, ma nel modo giusto! 
Qualche consiglio per concedersela ogni tanto senza sensi di colpa😜  1. ➡️ Prima di tutto è importantissimo utilizzare un olio che abbia una buona stabilità, ovvero un punto di fumo elevato. Il migliore risulta quindi l'olio extravergine di oliva, ricco di acidi grassi monoinsaturi e polifenoli. Se però si considera il suo sapore un po'
#Repost @elenasarfatidietista with @get_repost ・・・ Frittura si✔️o frittura no🚫? Frittura si, ma nel modo giusto! Qualche consiglio per concedersela ogni tanto senza sensi di colpa😜 1. ➡️ Prima di tutto è importantissimo utilizzare un olio che abbia una buona stabilità, ovvero un punto di fumo elevato. Il migliore risulta quindi l'olio extravergine di oliva, ricco di acidi grassi monoinsaturi e polifenoli. Se però si considera il suo sapore un po' "invadente" si può optare per un olio di semi a basso contenuto di acidi grassi polinsaturi, come l'olio di arachidi.🥜 2. ➡️ È sempre bene non riutilizzare l'olio, neanche a casa, ma se proprio non si può fare a meno, un solo riutilizzo a breve distanza non risulta pericoloso, purché venga filtrato bene. 3. ➡️ Non bisognerebbe mai friggere a una temperatura inferiore a 160°C e superiore a 190°C poiché durante questo intervallo, con un tempo adeguato, si ottiene la migliore cottura senza che vi sia liberazione di sostanze tossiche. 4. ➡️ Prima e durante la frittura, sconsiglio di aggiungere sale e spezie agli alimenti, poiché accelerano l’alterazione degli acidi grassi e la formazione di sostanze tossiche. 5.➡️ Se si sceglie a ristorante, assicuriamoci che la cucina del locale utilizzi materie prime di qualità, chiediamo di aggiungere poco sale alla pietanza e abbiniamo un contorno di stagione poco condito ed elaborato, senza altre fonti di cho, per non "appesantire" troppo la digestione. Qui a Milano la vera cotoletta di vitella non si può farsela scappare😜 . . . . . . #dinner #nightout #pastolibero #cotoletta #osteria #milano #vegetables #food #foodporn #foodblogger #foodart #foodie #foodgasm #foodie #gnam #yum #yummy #foodstagram #healthyfood #healthychoices #fit #fitness #fitfam #eatwell #eatclean #delicious #amazingfood
#Repost @elenasarfatidietista with @get_repost
・・・
Panettone, pandoro, torrone e chi più ne ha, più ne metta😂🎄🍭🍬
Come possiamo gestire serenamente l'assunzione di qualche dolcetto in più in questo periodo? 
Ecco qualche suggerimento:

1.Mangiali la mattina, a prima colazione, quando le calorie in più danno un impulso al metabolismo e al buon funzionamento di ormoni e umore.

2. Muoviti! Cammina, corri, pedala, gioca, divertiti. Dieci minuti di semplice movimento dopo i tre pasti riducono la glicemia in maniera significativa. In modo simile, il momento migliore per dedicarsi qualche vizio in più è subito dopo l'attività fisica quando i canali del glucosio nel muscolo sono fisiologicamente aperti dopo lo sport, e pronti a gestire bene anche il surplus di zuccheri. Una corsetta, o una passeggiata, o la palestra, fatta prima del cenone, o del pranzo goloso, sono un’ottima soluzione.

3. Abbinali sempre. I dolci sono un problema molto più grande quando vengono mangiati da soli rispetto a quando si accompagnano a qualche proteina e/o grasso che moduli il carico glicemico. Mangiare del panettone accompagnato da qualche noce, o subito dopo un pasto che abbia prediletto il secondo (e quindi le proteine) è un'idea migliore rispetto a scegliere di cenare solo con il dolce per paura delle calorie.

4. Scegli bene e con gusto. C'è dessert e dessert. Preferite la frutta e, ad esempio, dolci più sani e semplici come i semi oleosi al cioccolato o la frutta secca ricoperta alla sera, tenendo piuttosto la fetta di panettone al mascarpone in più per la colazione.

5. Mastica e assapora. La masticazione aiuta la digestione e modula il senso di sazietà. Meglio smetterla di ingurgitare e godersi con consapevolezza quello che si sta mangiando: le porzioni saranno molto più buone e si resterà molto più al riparo da eccessi poco coscienti.

Sentirsi in colpa non ha mai aiutato nessuno ed è la quotidianità di ciascuno a fare la vera differenza in termini di salute e di linea.💝
Buona Vigilia di Natale a tutti😚
.
.
.
.
#christmas #christmaseve #christmas2018 #christmasdiet #food #foods #diet #dietitian #nutrition #cleaneating #fitness #fitnessmotivation #fitnessgirl #food_repost #foo
#Repost @elenasarfatidietista with @get_repost ・・・ Panettone, pandoro, torrone e chi più ne ha, più ne metta😂🎄🍭🍬 Come possiamo gestire serenamente l'assunzione di qualche dolcetto in più in questo periodo? Ecco qualche suggerimento: 1.Mangiali la mattina, a prima colazione, quando le calorie in più danno un impulso al metabolismo e al buon funzionamento di ormoni e umore. 2. Muoviti! Cammina, corri, pedala, gioca, divertiti. Dieci minuti di semplice movimento dopo i tre pasti riducono la glicemia in maniera significativa. In modo simile, il momento migliore per dedicarsi qualche vizio in più è subito dopo l'attività fisica quando i canali del glucosio nel muscolo sono fisiologicamente aperti dopo lo sport, e pronti a gestire bene anche il surplus di zuccheri. Una corsetta, o una passeggiata, o la palestra, fatta prima del cenone, o del pranzo goloso, sono un’ottima soluzione. 3. Abbinali sempre. I dolci sono un problema molto più grande quando vengono mangiati da soli rispetto a quando si accompagnano a qualche proteina e/o grasso che moduli il carico glicemico. Mangiare del panettone accompagnato da qualche noce, o subito dopo un pasto che abbia prediletto il secondo (e quindi le proteine) è un'idea migliore rispetto a scegliere di cenare solo con il dolce per paura delle calorie. 4. Scegli bene e con gusto. C'è dessert e dessert. Preferite la frutta e, ad esempio, dolci più sani e semplici come i semi oleosi al cioccolato o la frutta secca ricoperta alla sera, tenendo piuttosto la fetta di panettone al mascarpone in più per la colazione. 5. Mastica e assapora. La masticazione aiuta la digestione e modula il senso di sazietà. Meglio smetterla di ingurgitare e godersi con consapevolezza quello che si sta mangiando: le porzioni saranno molto più buone e si resterà molto più al riparo da eccessi poco coscienti. Sentirsi in colpa non ha mai aiutato nessuno ed è la quotidianità di ciascuno a fare la vera differenza in termini di salute e di linea.💝 Buona Vigilia di Natale a tutti😚 . . . . #christmas #christmaseve #christmas2018 #christmasdiet #food #foods #diet #dietitian #nutrition #cleaneating #fitness #fitnessmotivation #fitnessgirl #food_repost #foo